Tajarin alle nocciole con funghi porcini crudi e cotti

Ecco il piatto piemontese per eccellenza, è reso interessante dalla consistenza diversa degli ingredienti usati per il condimento. La pasta fresca prima di essere tagliata viene arrotolata in modo da formare la classica tagliatella, ma leggermente più sottile. Il profumo del porcino arricchito dalla presenza della frutta fresca rende questo primo davvero speciale.

Cucina Italian
Preparazione 40 minuti
Cottura 10 minuti
Tempo totale 50 minuti
Porzioni 2

Ingredienti

  • 200 gr Farina 00
  • 2 Uovo intere
  • 100 gr Nocciole Tostate a pezzi
  • 40 gr Burro
  • 100 gr Grana grattugiato
  • q.b. Prezzemolo
  • 1 Porcini
  • 1 spicchio Aglio
  • q.b. Acqua naturale
  • q.b. Olio e sale

Istruzioni

  1. Impastiamo farina e uova e tiriamo la sfoglia non troppo sottile. Disponiamola sulla spianatoia e tagliamo dei rettangoli di 10 per 20 centimetri. Avvolgiamoli su se stessi e, con un coltello, tagliamo dei rotolini larghi circa 7 o 8 mm, srotoliamoli e lasciamoli asciugare.

  2. Puliamo il porcino e dividiamolo in due parti. Tagliamone una metà a cubetti e rosoliamolo in padella con l’aglio e un filo di olio. Lasciamo crudo il porcino rimanente e, con il taglia tartufo, facciamolo a lamelle sottili. Condiamo con l’olio e il sale e teniamo da parte.

  3. In una padella, facciamo sciogliere il burro in poca acqua calda, uniamo le nocciole e il prezzemolo. Cuociamo i tajarin, scoliamoli, saltiamoli in padella con il condimento e serviamo aggiungendo prima i porcini cotti e, poi, quelli crudi a lamelle. Spolveriamo di grana e serviamo.

Condividi sul tuo social

SEGUIMI SU FACEBOOK