Malloreddus con vongole e bottarga

Un tipo di pasta tipico della cucina sarda in una variante a base di pesce: vongole fresche (vanno bene anche surgelate se avete poco tempo) e bottarga, una delle più prelibate leccornie gastronomiche della Sardegna. La polvere d'oro dello zafferano ravviverà il colore degli gnocchetti sardi saltati in padella e spolverati di prezzemolo tritato prima di servirli. I vostri ospiti chiederanno il bis!

Cucina Italian
Preparazione 30 minuti
Cottura 20 minuti
Tempo totale 50 minuti
Porzioni 2

Ingredienti

  • 250 gr Semola di grano duro
  • q.b. Acqua naturale tiepida
  • 1 bustina Zafferano
  • 200 gr Vongole
  • q.b. Bottarga di muggine in polvere
  • 1 spicchio Aglio
  • q.b. Prezzemolo
  • q.b. Olio e sale

Istruzioni

  1. Mettiamo le vongole in un tegame con un filo d’olio, l’aglio in camicia e il prezzemolo. Chiudiamo con il coperchio e lasciamo aprire i molluschi. A questo punto, spegniamo il fuoco per non far asciugare troppo il sughetto.

  2. Sulla spianatoia, impastiamo la semola con acqua tiepida, un pizzico di sale e lo zafferano. Formiamo dei lunghi e sottili cordoncini, tagliamoli a piccoli pezzi e passiamoli sull’apposito attrezzo per ricavare gli gnocchetti.

  3. Lessiamo i malloreddus in acqua bollente salata, poi saltiamoli in padella con le vongole. Aggiungiamo la bottarga in polvere solo alla fine, perché è molto saporita e potrebbe alterare il piatto. Completiamo con prezzemolo tritato e serviamo.

Condividi sul tuo social

SEGUIMI SU FACEBOOK